Giannis Antetokounmpo: 10 curiosità su di lui

Giannis Antetokounmpo

Indice degli argomenti trattati

Giannis Antetokounmpo, anche soprannominato “The Greek Freak”, è uno dei migliori giocatori che l’NBA abbia mai visto, e negli ultimi anni è davvero arrivato in cima ad ogni classifica.

Quattro volte All-Star, tre volte All-NBA Selection e miglior giocatore 2019.

Tutti gli elogi che questo ragazzo sta ricevendo sono assolutamente pazzeschi e, bisogna essere onesti, anche totalmente meritati!

Atleti del calibro di Shaquille O’Neal, un mostro di 2 metri e 16 e 147 kili di muscoli, sostengono che Giannis sia il giocatore più dominante che abbia mai giocato all’NBA.

E questa è chiaramente la più grande lode che un giocatore possa ottenere!

Sappiamo tutti chi sia Giannis in campo, ma cosa non sappiamo ancora di lui?

Ecco, quindi, le dieci cose che non ancora non sai su Giannis Antetokounmpo!

Giannis Antetokounmpo: Dov’è nato?

Come prima cosa, parliamo innanzitutto della sua provenienza.

Giannis è nato ad Atene, in Grecia, di conseguenza è cresciuto nel sistema del basket europeo, che in genere prevede che i giovani giocatori vengano cresciuti attraverso società sportive apposite, che li allenano proprio per farli diventare dei professionisti.

C’è anche una gerarchia per smistare i giocatori con diverse tipologie di abilità.

Ad esempio, nel campionato greco di basket, ci sono tre livelli differenti.

Innanzitutto, c’è campionato di serie B, che è il terzo e ultimo livello, poi il campionato A2, che è il campionato di secondo livello, e infine il campionato A1, che è il livello più alto di basket raggiungibile in Grecia.

Giannis non è mai riuscito a raggiungere il campionato A1, ma il livello più alto a cui ha giocato è stato il campionato A2, e non senza problemi.

Giannis Antetokounmpo milwaukee bucks

Infatti, durante il campionato di serie A2 2012-2013, Giannis ha segnato in media solo nove punti e mezzo e cinque rimbalzi a partita, e per questo è stato ampiamente criticato.

Nonostante ciò, Giannis è sempre stato estremamente amato dai fan, ed è successivamente stato selezionato per giocare nell’All-Star Game greco di quell’anno.

È pazzesco pensare come ora Giannis sia arrivato all’NBA, la punta d’oro del basket, nonostante non sia mai mai stato ammesso alla serie A1 in Grecia.

Questo dimostra quanto sicuramente Giannis sia migliorato come giocatore, ma anche quanto può essere diverso il basket europeo da quello americano.

La sua famiglia

Parliamo adesso della sua famiglia e di come Giannis abbia il basket che gli scorre nel sangue.

È chiaro che sappiamo tutti chi è Giannis, ma sapevi che ha anche due fratelli nell’NBA e un altro fratello che molto probabilmente lo sarà a breve?

Ragazzi, questa famiglia è assolutamente pazzesca.

Tra i fratelli all’NBA abbiamo Giannis, appunto, tre volte All-NBA Selection e miglior giocatore 2019.

C’è poi Thanasis, il più vecchio dei fratelli, che ha giocato nelle stesse squadre Pro di Giannis in Grecia, con grandissimi risultati.

Le uniche differenze con Giannis sono state che a Thanasis mancano alcune delle abilità del fratello ma, soprattutto, non è alto quanto lui.

Per questo motivo, purtroppo, è stato spesso oscurato dalle prestazioni del fratello.

Ad ogni modo Giannis, al tempo, lo aveva aiutato ad ottenere un posto nella sua stessa squadra, i Milwaukee Bucks, non c’è mai stata rivalità tra i due.

C’è poi il fratello Kostas, che non è stato molto pubblicizzato negli anni ma che comunque ha molto potenziale.

Kostas ha fatto avanti e indietro tra NBA e G League, ma quest’anno ha avuto un’ottima possibilità all’interno dei Lakers.

Infine, passiamo al futuro dei fratelli Antetokounmpo, Alex.

Al momento Alex è terzo nei tornei di basket del suo liceo nel Wisconsin, e alcuni dei suoi tiri sono diventati virali online.

Sicuramente sembra avere un ottimo potenziale quanto i suoi fratelli, e molti sembrano pensare che un giorno potrebbe diventare anche lui un giocatore infallibile all’NBA.

Aspirazioni

Passiamo ora al piano B di Giannis.

Come ben saprai, chiunque si approccia a qualsiasi situazione della vita con un piano A e un piano B.

Con i giocatori dell’NBA, però, la storia può essere molto diversa, a causa degli stipendi da sogno che in generale guadagnano.

Antetokounmpo nba

E, chiaramente, un cuscinetto finanziario di quella portata, se gestito bene, ti garantisce una copertura a vita.

Ma non sempre è così, e non tutti i giocatori hanno dei contratti duraturi.

Sono proprio questi giocatori, infatti, ad avere generalmente un piano B, e si tengono sempre pronti a intraprendere un’altra strada nella vita se il basket un giorno dovesse smettere di andare bene.

Giannis è uno di loro.

Dice, infatti, che se dovesse smettere di giocare a basket, gli piacerebbe fare la guardia giurata.

C’è da dire che effettivamente 2 metri e 11 per 110 kili ti rendono una persona piuttosto intimidatoria, ma, fortunatamente, per ora è Giannis ad assumere le guardie di sicurezza, e non il contrario.

Giannis Antetokounmpo: Le mani

Immaginiamolo comunque per un momento come guardia di sicurezza.

Farebbe sicuramente impressione.

Se ci pensi, con le mani che si ritrova, potrebbe tranquillamente afferrarti la testa come con un pallone da basket e trascinarti via in un attimo.

A proposito, non so se ci avete fatto caso, ma le mani di Giannis sono effettivamente enormi!

Sono addirittura più grandi di quelle di LeBron James, di Anthony Davis, DeMarcus Cousins e praticamente di qualsiasi altro giocatore dell’NBA.

Giannis, infatti, ha la terza mano più grande nella storia dell’NBA, dietro a Shaquille O’Neal e Boban Marjanović.

La leva obbligatoria greca

Torniamo un attimo indietro e parliamo per un momento di legge greca.

In Grecia, i maschi di età compresa tra i 20 e i 45 anni sono per legge tenuti a svolgere il servizio militare.

Questo si applica a qualsiasi individuo che le autorità greche considerino greco, indipendentemente dal fatto che l’individuo stesso si consideri greco o meno, che abbia una cittadinanza e un passaporto straniero, o che sia nato o viva fuori dalla Grecia.

Penso tu abbia giù capito dove stiamo andando a parare.

Esattamente.

Durante l’estate del 2016, Giannis e suo fratello Thanasis sono stati chiamati per la leva militare obbligatoria in Grecia.

Tuttavia, per loro fortuna, è stata un’esperienza di breve durata.

Questo perché Giannis e Thanasis sono comunque considerati permanentemente residenti all’estero, e per questo hanno dovuto prestare servizio per soli tre mesi.

Scampata per un soffio!

nba milwaukee bucks

Giannis Antetokounmpo: Gli Haters

Spesso gli atleti raccontano di come siano proprio gli haters e coloro che non credono in loro ad alimentare la loro motivazione, e per Giannis succede esattamente questo.

L’atleta, infatti, si diverte sempre molto a dimostrare agli scettici il suo valore, e i loro commenti negativi sono il carburante che lo spinge a migliorarsi giorno dopo giorno.

Figurati che è arrivato persino a usare come sfondo del telefono alcuni commenti negativi che ha ricevuto su Twitter!

Sponsor

Proprio come tanti altri atleti della NBA, anche Giannis ha firmato con la Nike per la creazione di una scarpa personalizzata, la Zoom Freak 1, uscita nell’aprile 2019.

Questo contratto lo ha reso il primo giocatore internazionale in assoluto a creare delle scarpe firmate dalla mitica azienda di abbigliamento sportivo.

A quanto pare, però, la strada per la collaborazione con Nike non è stata facile.

Adidas, prima di tutti, ha spinto per avere un contratto con Giannis, inviandogli letteralmente un camioncino carico di scarpe Adidas.

Anche il marchio cinese di scarpe sportive Li-Ning ha fatto un’offerta molto interessante all’atleta, ma nessuna delle due possibilità è stata allettante come la proposta a lungo termine di Nike.

Ma poi di cosa stiamo parlando, è la Nike!

La più grande marca di abbigliamento sportivo al mondo!

Tutti i grandi nomi dello sport hanno un contratto con Nike, quindi diciamo che la cosa era piuttosto prevedibile.

Sai invece cosa non era davvero in alcun modo prevedibile?

Che Giannis diventasse una star mondiale come invece è successo.

Lontananza dalla famiglia

Nessuno aveva previsto che Giannis avrebbe raggiunto queste vette, nemmeno lui stesso.

Così, quando è arrivato per la prima volta all’NBA e ha saputo che la sua famiglia non era in grado di ottenere i visti americani, è stato davvero a tanto così dal lasciare l’NBA e tornare a casa.

Essendo un ragazzo davvero molto legato alla famiglia, vivere senza di loro sarebbe stato per lui davvero troppo difficile.

Giannis ha visto la sua famiglia lottare per ottenere la cittadinanza greca per tutta la vita, e non voleva vederli soffrire ancora una volta per lo stesso motivo.

Nonostante questo, sapeva perfettamente che se voleva avere successo, aveva bisogno di avere la sua famiglia accanto a lui.

La situazione negli Stati Uniti senza la sua famiglia si è fatta velocemente insopportabile per lui, tanto che è arrivato a confidarsi con il suo agente, dicendogli che si sentiva estremamente solo, vulnerabile e spaventato.

Era vero a tal punto che alcune notti Giannis dormiva letteralmente in palestra, perché gli sembrava di non avere alcuna motivazione per tornare a casa.

Alla fine, però, la sua famiglia è riuscita ad ottenere i visti per gli Stati Uniti e tutti i familiari si sono finalmente potuti ricongiungere.

basket nba

Infanzia

Se per caso ancora non l’avessi intuito, te lo diciamo noi.

La famiglia Antetokounmpo ha avuto una vita estremamente dura in Grecia.

I genitori, infatti, erano due immigrati nigeriani che, come succede di consuetudine per gli immigrati, una volta arrivati in Grecia sono dovuti partire dal basso.

Dato che la sua famiglia aveva decisamente bisogno di sostegno finanziario, Giannis e i suoi fratelli hanno preso in mano la situazione sin da molto piccoli.

In particolare, Giannis e Thanasis hanno fatto per diversi anni i venditori ambulanti in strada, vendendo orologi, borse, occhiali da sole e altri oggetti per contribuire al sostegno della famiglia.

Fortunatamente, la situazione è cambiata radicalmente non appena Giannis ha iniziato a giocare a basket, e ad oggi il ragazzo si assicura che la sua famiglia non abbia assolutamente nulla di cui preoccuparsi.

La Grecia

Per finire, invece, torniamo alle radici greche di Giannis.

L’atleta è stato chiaramente sempre molto fedele al suo paese, e si è sempre assicurato di far parte della squadra nazionale.

È stato sempre molto elogiato in Grecia, ed è tuttora grato per le grandi opportunità che gli sono state date nel cammino verso la fama.

Proprio per questo, Giannis ha spesso ripetuto che quando i suoi giorni alla NBA saranno terminati e lui sarà arrivato intorno ai 40 anni, gli piacerebbe tornare in Grecia per giocare un ultima stagione di basket proprio lì dove tutto è cominciato.

Siamo arrivati alla fine di questo articolo.

Cosa ne pensi di questo fantastico atleta?

Conoscevi già alcuni di questi aneddoti?

Leggi anche il nostro articolo su un altro campione, stavolta del mondo del calcio, Roberto Baggio!

Ciao da Top Video Italia!

Chi è Giannis Antetokounmpo?

Giannis Antetokounmpo è un giocatore greco di Basket, attualmente gioca in NBA nei Milwaukee Bucks.

Di che nazionalità è Giannis Antetokounmpo?

Giannis è nato ad Atene, in Grecia, da genitori Nigeriani.

Dove gioca Giannis Antetokounmpo?

Giannis Antetokounmpo gioca in NBA, attualmente trale fila dei Milwaukee Bucks.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 2 Media: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email
WhatsApp

Altri Articoli