Microsoft: Storia e Curiosità sull’azienda di Bill Gates

microsoft storia e curiosità

Indice degli argomenti trattati

Nel 1969, due adolescenti di nome Bill Gates e Paul Allen si incontrarono per la prima volta, non lo sapevano ancora, ma avrebbero dato vita alla Microsoft.

Entrambi erano interessati alla programmazione e all’industria emergente dei personal computer.

Qualche anno dopo, nel 1975, i due amici d’infanzia fondano la società Micro-Soft, con il trattino.

Il nome è l’unione delle parole microcomputer e software.

Nel 1980, l’azienda è entrata nel settore dei sistemi operativi con la propria versione di Unix chiamata Xenix.

Ma la loro prima grande svolta arrivò con il rilascio di MS-DOS nel 1981.

Dopo alcuni anni di battaglie contro il PC-DOS di IBM, Microsoft alla fine è riuscita a diventare il fornitore leader.

A questo punto, la maggior parte dei sistemi operativi aveva microsoft.

Uno schermo nero dove eseguire i comandi e visualizzare un bel testo.

bill gates e paul allen microsoft

Assolutamente fantastico per i tempi, senza dubbio, ma non molto interessante per la persona media dell’epoca.

Così nel 1985 Microsoft ha rilasciato un’estensione grafica di MS-DOS.

Bill Gates lo aveva chiamato “Interface Manager” ma il capo del marketing lo convinse invece a chiamarlo “Windows”.

All’inizio, Windows non era così popolare e la società rivale, Apple, aveva il monopolio del mercato.

Ma questo sarebbe presto cambiato.

Windows 3.0 è diventata la prima versione di grande successo di Windows e una forte concorrente del Mac OS di Apple.

Nel 1990, Microsoft ha introdotto l’ormai conosciutissimo Microsoft Office con software come Word ed Excel.

Windows 95 poi è stato un enorme successo per l’azienda e ha introdotto funzionalità come il menu di avvio e Internet Explorer.

Da qui in poi, Windows avrebbe continuato a dominare completamente il mercato e come tale Microsoft è stata spesso accusata di monopolizzazione (ribaltando la situazione).

Questa è la storia, in breve, di Microsoft, ma passiamo ad alcune curiosità su questa grande azienda.

Xbox

All’inizio del nuovo millennio, Microsoft è entrata nel mercato delle console per videogiochi con l’ Xbox per competere contro Sony e Nintendo.

Anche se l’Xbox non poteva davvero tenere il passo con la Playstation 2, è stata comunque un successo vendendo milioni di unità.

Microsoft: Sistemi operativi

Negli ultimi anni la percezione di Microsoft e soprattutto di Windows è stata un po’ instabile.

Per esempio, Windows Vista ha venduto bene ma è considerato da molti uno dei peggiori sistemi operativi mai realizzati da Microsoft.

Windows 7 ha riacceso il marchio ma Windows 8 ha ricevuto ancora una volta critiche pesanti per molti dei suoi cambiamenti significativi.

Ma nonostante qualche piccola battuta d’arresto qui e lì, Microsoft è ancora uno dei marchi più preziosi al mondo, rifacendosi completamente con windows 10.

Rebranding

Dal 2012, Microsoft ha subito un importante rebranding in concomitanza con il rilascio di Windows 8.

Una modifica importante è stata apportata al logo dell’azienda.

Per la prima volta la versione del famoso logo di Windows è stata inclusa in Microsoft.

Ma le quattro tessere sono più di un’icona per Windows.

microsoft

Ogni tessera rappresenta: Windows (blu), Office (rosso), Xbox (verde) e Bing (giallo).

E il logo non è nemmeno esattamente nuovo in quanto è stato usato prima.

Ad esempio, in una pubblicità di Windows 95.

Microsoft: Slogan

Quando si preparava a lanciare Windows XP nel 2001, Microsoft voleva uno slogan accattivante.

Alla fine hanno optato per “Prepare to Fly” e hanno iniziato a stampare tutto il materiale promozionale.

Poi è successo l’11 settembre e all’improvviso lo slogan non era più così orecchiabile.

Per questo motivo, Microsoft ha dovuto spendere oltre $ 200 milioni di dollari, solo per cambiare lo slogan in “Yes You Can”.

Internet Explorer

Tra la metà e la fine degli anni ’90, Internet Explorer è diventato rapidamente il browser standard in tutto il mondo, da quando è stato fornito in bundle con il sistema operativo.

Nel 2002 ha raggiunto il suo apice con un’incredibile quota di mercato del 95%.

Poi è successo qualcosa.

Nuovi browser come Opera e Firefox hanno iniziato lentamente a divorare il monopolio del browser di Microsoft.

Questo ha preoccupato un po’ Microsoft che, per contrastare questo declino, ha impiegato alcune tattiche piuttosto pessime.

Ad esempio, nel 2001 è stato rivelato che Microsoft aveva intenzionalmente reso msn.com inaccessibile o incorretto sul browser Opera, così che gli utenti di Opera sarebbero dovuti passare ad Internet Explorer.

Mentre Microsoft non ha mai risposto alle accuse, Opera ha reagito rilasciando una cosiddetta edizione “bork” di Opera 7.

Questa versione speciale mostrerebbe solamente msn.com usando un linguaggio incomprensibile reso famoso dal Muppet Show.

sede microsoft

Microsoft: Avatar

Ogni sito web,servizio o profilo ha un avatar predefinito.

Di solito è solo una sagoma standard di una persona oppure un’immagine personalizzabile.

Comunque una versione del client di posta di Microsoft, ovvero Outlook 2010, utilizza un’icona particolare.

È interessante perché questa è in realtà una silhouette di Bill Gates del 1977, quando fu arrestato per eccesso di velocità e guida senza patente.

Windows Update

Quando Microsoft ha introdotto la prima versione di Windows Update poco dopo il rilascio di Windows 98, hanno chiamato il software “Critical Update Notification Tool”.

Tuttavia, presto hanno dovuto cambiarlo in “Critical Update Notification Utility” dato lo sfortunato acronimo creato dal primo, CUNT, cerca la traduzione su Google.

Microsoft: Lo sfondo di Windows XP

Lo sfondo predefinito utilizzato per Windows XP è, o almeno era, una delle immagini più riconoscibili nel mondo.

La fotografia, chiamata Bliss, è stata fatta dall’ex fotografo di National Geographic Charles O’Rear ed è stata scattata nella contea di Sonoma in California nel 1996.

Mentre molti credevano che l’immagine fosse photoshoppata, in realtà è originale ed inalterata.

Dopo aver scattato la foto, Charles l’ha messa in vendita sul sito di immagini stock Corbis, e Corbis è infatti di proprietà di Bill Gates stesso.

sfondo windows xp

Quindi, intorno al 2000, Microsoft contattò O’Rear per acquistare tutti i diritti sull’immagine.

Mentre l’importo esatto non è mai stato divulgato, si dice che sia stato uno dei più grandi pagamenti mai effettuati per una singola fotografia.

Se dovessi visitare quel posto oggi, tuttavia, molto probabilmente non lo riconosceresti perchè non è più una verde collina ma ora è ricoperta di viti.

Bing

Prima che Microsoft lanciasse il suo nuovo motore di ricerca nel 2009, aveva bisogno di un breve e memorabile nome.

Alla fine, hanno deciso di usare Bang.

Ma hanno dovuto ripensarci rapidamente perché non funzionava altrettanto bene se usato come verbo.

Sono inclini ai ripensamenti in Microsoft, vero?

Comunque poi hanno cambiato Bang in Bing, e mentre Google è ovviamente in cima, Bing è ancora uno dei più grandi motori di ricerca al mondo.

Microsoft: Copyright

Le grandi aziende come Microsoft sono note per proteggere il copyright molto seriamente.

A volte, tuttavia, sembrano prendere questo aspetto un po’ troppo sul serio.

Già nel 2004, un adolescente di nome Mike Rowe ha registrato il dominio MikeRoweSoft.com.

Quindi foneticamente, detto ad alta voce, sembra quasi che tu stia dicendo Microsoft.

Solo in base a questo, Microsoft ha deciso di intraprendere un’azione legale contro Mike Rowe e l’intera cosa ha ricevuto nel mondo un’ampia attenzione mediatica.

Il sito Web stesso non aveva nulla a che fare con Microsoft o con nessuno dei loro prodotti, che Mike comunque usava per gestire la sua attività di web design part-time.

Ma alla fine un accordo è stato raggiunto, con Mike Rowe che ha concesso la proprietà del dominio a Microsoft in cambio di vari prodotti Microsoft, inclusa una Xbox.

Ah il 2004.. Quando una Xbox poteva risolvere qualsiasi cosa.

Tempi più semplici.

Il nome delle versioni di Windows

Quando Windows ha fatto il suo debutto, le cose erano semplici. La prima versione denominata Windows 1.01 era effettivamente la versione 1.01. Ha senso.

E ha continuato ad avere senso per un bel po’ mentre. Il nome e la versione effettiva del software corrispondevano.

Poi hanno iniziato ad usare nomi come Windows 95, 98, NT, ME, 2000, XP e Vista, e le cose sono diventate un po’ più confuse.

Windows Vista è in realtà la versione 6.0. Windows 7 è 6.1, Windows 8 è 6.2, 8.1 è 6.3 e così via.

Ora la cosa logica, dopo Windows 8, sarebbe stato aspettarsi che la prossima versione si fosse chiamata Windows 9 con numero di versione di 6.4. Ma invece no.. Windows 10!

Perché saltare il 9?

La spiegazione ufficiale di Microsoft è questa.

versioni windows

In poche parole, ogni nuovo aggiornamento avrà solo un nuovo numero di versione e non un nuovo nome.

E quindi da Windows 10 in poi le versioni non verranno più menzionate.

Un’altra possibilità è che il nome Windows 9 avrebbe potuto causare problemi per alcune applicazioni.

Migliaia di programmi potrebbero utilizzare un codice per verificare quale versione di Windows è in esecuzione.

Fondamentalmente, controlla se il nome include un 9 e se lo include significa, in automatico, che è Windows 95 o 98.

Ma se Windows 9 fosse stato introdotto, avrebbe rischiato di interrompere il sistema e potenzialmente causare alcuni problemi importanti.

E poi, Microsoft non è esattamente il più coerente quando si tratta di nominare le cose.

Puoi anche leggere il nostro articolo sulle 10 cose più costose acquistate da Bill Gates!

Al prossimo articolo!

TOP VIDEO ITALIA

FAQ

Chi è il fondatore di Microsoft?

I fondatori di Microsoft sono Bill Gates e Paul Allen.

Qual è la console per videogiochi di Microsoft?

La console di Microsoft è l’Xbox.

Quando è stata fondata la Microsoft?

La Microsoft è stata fondata nel 1975 e si chiamava Micro-Soft.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email
WhatsApp

Altri Articoli