Momenti nel calcio che non vedrai mai più

Indice degli argomenti trattati

Dal goal segnato accidentalmente dall’arbitro della partita, al cane poliziotto che ruba il pallone sono solo alcuni dei momenti nel calcio che non vedrai mai più.

Ecco a voi i 10 momenti più sorprendenti mai registrati nel mondo del calcio.

Portiere Para rigore ed il compagno nell’esultanza si fa autogol

Non è affatto facile per un portiere affrontare un calcio di rigore, soprattutto quando è consapevole della statistica a suo sfavore.

Infatti, nel 77% dei casi, il rigore calciato da un avversario finisce dritto in fondo al sacco, senza che il portiere possa intervenire.

Ma quando la parata avviene, è necessario che il protagonista dell’impresa sia celebrato come si deve, facendo attenzione però, che la gioia e gli abbracci non si trasformino in goffaggine.

Proprio come è successo al portiere del Gaziantep Belediyespor, una squadra di seconda divisione turca che probabilmente ricorderà a lungo la sua “papera”.

L’estremo difensore della compagine turca non ha avuto difficoltà a fermare la palla calciata dal suo avversario, pure perché la traiettoria era del tutto prevedibile.

Ma la gioia del portiere, è durata pochissimo.

Infatti, non appena si è alzato per raccogliere il diluvio di abbracci da parte dei suoi compagni di squadra, l’affetto è stato talmente forte da fargli perdere la palla dalle mani, la quale è rotolata inesorabilmente verso il fondo della rete.

Momenti nel calcio che non vedrai mai più: Paulo Dybala tira punizione con barriera umana

Paulo Dybala è stato l’autore di uno dei calci di punizione più straordinari della storia del calcio.

Basta guardare uno dei tanti video dove sono ripresi i suoi magnifici goal, per convincersi della tecnica cristallina del giovane campione argentino.

Doti che gli permettono di far abbassare la palla calciata dal suo mitico sinistro, nonostante la potenza impressa potrebbe farla sembrare un missile.

Questo succede indipendentemente da quale sia la distanza da dove calcia o la larghezza del muro difensivo, Dybala colpisce nel segno ogni volta.

In questa sequenza si vede il giovane prodigio della Juventus, battere e segnare una punizione da record per il calcio mondiale.

Durante una partita di gala in Spagna, ha segnato un magnifico calcio di punizione, attraversando il più grande e più denso muro difensivo mai schierato.

Incredibilmente, ha superato l’intera squadra avversaria che si era posizionata davanti alla rete, nel tentativo di dare una mano ai portieri!

E come se non bastasse, anche alcuni sostenitori sono andati a rinforzare la già folta barriera.

Altri calciatori erano letteralmente aggrappati alla traversa, con lo scopo di non lasciare punti deboli in questa sorta di muraglia cinese umana, che intanto si era formata davanti alla porta.

Alla fine tutto questo non è servito proprio a nulla, al tocco del campione, la palla è finita in fondo alla rete, evitando qualsiasi ostacolo.

Tutti sanno che il vento non è il migliore amico dei portieri, poiché è in grado d’influenzare la traiettoria della palla e così ingannare anche il più vigile tra di loro.

Ma quando il vento decide di segnare addirittura un goal al malcapitato portiere, questi resta indifeso davanti al subdolo attaccante.

Proprio come le sequenze catturate dall’obiettivo, dove mostrano un portiere, suo malgrado, alla scoperta dell’energia eolica.

Qualcosa che non aveva immaginato esattamente così.

Durante una partita amichevole tra la Dinamo Kiev e il Maccabi Haifa, l’estremo difensore israeliano voleva lanciare la palla in profondità.

Peccato che questa sia finita preda del vento, e come un boomerang è ritornata indietro finendo dritta in fondo alla rete, sotto lo sguardo attonito dell’incredulo portiere.

Momenti nel calcio che non vedrai mai più: Simulazioni nel calcio

Il calcio è uno degli sport in cui troviamo il più alto grado di simulazione per quanto riguarda i falli subiti.

Per questo alcuni calciatori meriterebbero l’oscar come miglior comico, durante le loro simulazioni, per essere convincenti e ottenere un fallo a favore.

Ma alcuni di loro non hanno il talento di un Didier Drogba o di un Neymar Junior per incantare gli arbitri, proprio come il giovane calciatore che vedete in questo video.

Il quale avrebbe veramente bisogno di prendere lezioni di recitazione se proprio vuole convincere l’arbitro di qualche torto subito.

Il giocatore, ignaro del fatto che una telecamera fosse puntata proprio su di lui, ha iniziato a urlare e a rotolare a terra, dopo che un calciatore avversario gli aveva solo sfiorato l’orecchio con un dito.

Il grottesco simulatore, fingeva di essere stato colpito da un tremendo colpo sul viso.

Purtroppo per lui, alla fine non riuscirà a ingannare l’arbitro, ma riceverà addirittura l’ammonizione da parte del direttore di gara, il quale aveva visto tutta la sceneggiata e non è caduto nel tranello.

Cane entra in campo di calcio

Tra i momenti nel calcio che non vedrai mai più questo è tra i più incredibili e divertenti.

In tutto il mondo è severamente vietato portare il proprio cane allo stadio di calcio, e in questa incredibile sequenza capiremo anche il perché di tale divieto.

Questa scena surreale è stata ripresa durante una partita del campionato boliviano, e come si può ben vedere, un cane poliziotto è entrato in campo, creando non pochi problemi.

L’animale che era riuscito a sfuggire al controllo del suo padrone, è apparso dal nulla e rapidamente si è fiondato sulla palla per afferrarla.

I calciatori, divertiti, cercano invano di fermarlo ma l’animale sfugge agilmente, scorrazzando sul prato come un vero birichino.

In tutto questo, continuava a tenere saldamente la palla tra i denti, che intanto era esplosa sotto l’enorme pressione delle mascelle.

Nemmeno lo scoppio della sfera di gioco aveva fermato l’allegro calciatore a quattro zampe.

Solo dopo alcuni minuti, un calciatore è riuscito a fermare l’animale e permesso agli agenti di polizia di recuperarlo e mettere fina a quest’allegra improvvisata.

L’arbitro segna e si annulla il gol

Questa scena che ha avuto luogo nei Paesi bassi, durante una partita della quarta divisione vede protagonista, suo malgrado, l’arbitro e rientra tra i momenti nel calcio che non vedrai mai più e tra i più incredibili.

Infatti, durante un’azione d’attacco, la palla viene deviata in extremis davanti al portiere, prima di essere rimessa in gioco da uno degli attaccanti.

Tuttavia, il tiro impreciso di quest’ultimo, sarebbe rimbalzato su un difensore il quale avrebbe respinto sull’arbitro.

Il direttore di gara, probabilmente a causa di un riflesso come ex-calciatore, con un movimento lesto del piede spedisce la palla dritta in porta.

Dopo, invece di ammettere le proprie responsabilità, davanti alle vibranti proteste della squadra che aveva subito la rete, si accinge ad assegnare il goal alla squadra che stava attaccando, tra l’incredulità dei presenti.

HULK: Buca la palla e rompe la rete con un tiro

Il calciatore brasiliano Hulk è molto famoso nel mondo per la sua forza erculea, con la quale colpisce il pallone per indirizzarlo con precisione.

Il 34 enne calciatore ha dimostrato in diverse occasioni l’estensione della sua potenza fisica e il potere travolgente che ne deriva.

Ma quello che vedrai in questa sequenza, è molto lontano da tutto quello che avresti potuto immaginare a riguardo di questo calciatore, che assomiglia più a un buttafuori di una discoteca che a un vero e proprio atleta.

Durante un allenamento della squadra russa dello Zenit, la telecamera immortala i calciatori allenarsi in sequenza per calciare la palla e centrare la porta.

Nel momento del suo turno, il giocatore di calcio brasiliano, dopo una breve rincorsa impatta la palla e la potenza con cui lo fa è tale da far esplodere il pallone in decine di brandelli, sotto gli occhi perplessi dei presenti.

In un altro video, altrettanto sbalorditivo, possiamo vedere Hulk colpire la palla così forte da spedirla in fondo alla rete, con tutto il portiere.

In realtà, proprio come i migliori film Hollywoodiani, questi due colpi non sono reali ma frutto delle migliori tecnologie 3d per gli effetti speciali.

I portieri possono quindi stare tranquilli, non accadrà loro nulla.

Momenti nel calcio che non vedrai mai più: Portiere para rigore con la faccia

Questo è il portiere più fortunato o sfortunato del mondo, sta a te decidere.

Il suo nome è Scott Sterling ed è uno dei migliori calciatori del nord America, dove suonano i Buldogs Yale.

In questa sequenza incredibile ma vera, lo si vede durante i calci di rigore contro una formazione della Carolina del Nord.

Nonostante il suo aspetto piuttosto gracile, Sterling ci dimostrerà dall’inizio le qualità dei suoi riflessi e la sua incredibile flessibilità.

Infatti fermerà il primo rigore con la faccia, evitando di far segnare un punto agli avversari.

Un colpo tremendo che lo farà rimanere steso a terra per un bel po’.

Una volta sollevato, e con il viso decisamente gonfio, si appresta a parare un altro calcio di rigore, sempre con la faccia!

Questa volta crolla letteralmente sul prato, perdendo completamente i sensi, tanto da costringere il suo allenatore a scendere in campo nel tentativo, fallito, di rimetterlo in piedi.

L’allenatore a questo punto trascinerà il povero portiere sulla linea di porta dove lo abbandonerà ancora accasciato per terra, sotto gli occhi attoniti degli spettatori.

Ma non è ancora finita. Nonostante la sua triste condizione e i tanti colpi subiti alla testa, Sterling fermerà ancora un altro rigore, e ancora con la faccia!

Immagino che da questo terzo rigore avrai intuito che si tratta solo di uno scherzo e che tutti i presenti, i giocatori e il pubblico inclusi, sono attori o comparse.

Mbappè gol di mano

Mbappé è un marcatore nato, uno che non perderebbe mai un’opportunità di segnare un gol.

Ma a volte capita che, anche i grandi giocatori del suo calibro, s’intestardiscono per segnare un goal a tutti i costi e in tutti i modi.

Nel calcio nessuno ha dimenticato la palese mano di Maradona durante il mondiale o quella di Thierry Henry per le qualificazioni europee della sua Francia, ma a differenza di queste mani “assassine” che hanno decretato l’esito dell’incontro, quella spuntata fuori durante la partita Paris San Germain-Reims, era piuttosto comica.

In realtà, avendo approfittato di un attacco in profondità di Neymar, Mbappè è andato per colpire la palla ma è stato ostacolato da un difensore che lo ha steso.

Difensore evidentemente inconsapevole della voglia di vincere del giovane, che non ha esitato a colpire la palla con la mano sinistra, spingendola in fondo alla rete.

Nonostante la partita fosse al novantesimo e il Paris San Germain stava conducendo per tre reti a zero, il giovane calciatore francese si è reso protagonista di questo gesto spontaneo che gli è costato il cartellino giallo.

Tuttavia, l’episodio ha divertito e fatto ridere i molti spettatori presenti e lo stesso malizioso protagonista.

Falli nel clacio ridicoli

Un gesto molto comune nel calcio da parte di alcuni calciatori, anche se particolarmente fastidioso e totalmente fuori da ogni logica di fair play, è quello di attaccarsi alla maglia degli avversari, nel tentativo di limitare azioni pericolose.

Lo scopo è quello di sbilanciare l’avversario e fargli perdere l’efficacia dell’azione, anche perché molti arbitri non fischiano il fallo in assenza di un regolamento chiaro.

Spesso, il peggio che può accadere, è vedere una maglia o un pantaloncino strappati, anche se talvolta queste situazioni possono sfociare in episodi divertenti.

Come nel caso di questo filmato, un calciatore afferra la maglia del suo rivale il quale si guarderà bene dal fermare la propria corsa, bensì procederà per oltre 15 metri, trascinando dietro di sé l’avversario scorretto.

Tutto questo davanti agli occhi increduli degli spettatori, convinti di assistere a una nuova disciplina sportiva!

Portiere si siede sul palo meme

Il bravo portiere olandese Cillecen, nonostante sia stato classificato tra i migliori al mondo, e dopo aver giocato in top club come Ajax o Barcellona, non sarà ricordato in modo particolare per le sue gesta sportive ma per la sua strana postura.

Durante una partita tra la nazionale del suo paese, L’Olanda, contrapposta al Brasile, il giovane portiere si era preso una pausa appoggiandosi al palo della sua porta come se fosse seduto su di uno sgabello immaginario.

Una posa che immediatamente ha fatto il giro del web, scatenato la fantasia dei maghi di Photoshop i quali non hanno perso tempo a rielaborare l’immagine in decine di parodie divertenti.

Così, ben presto, abbiamo potuto ammirare Cillecen seduto su un sacco di cose folli, come ad esempio il trono della serie “Il Trono di spade” o la statua del Cristo Redentore di Rio De Janeiro.

Bene, siamo giunti alla fine dell’articolo e mi piacerebbe sapere se ti è piaciuto.

Scrivici le tue sensazioni nei commenti e se vuoi condividilo sui canali social.

Visita inoltre il nostro blog per leggere altri articoli interessanti sul mondo del calcio e non solo!

A presto!

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi l'articolo

Facebook
LinkedIn
Twitter
Email
WhatsApp

Altri Articoli